PROGETTARE LE STRATEGIE PER IL FUTURO

  • 15 Novembre 2021

    PROGETTARE LE STRATEGIE PER IL FUTURO

    Gruppo di lavoro aziendale per costruire il futuro dell’azienda
    By Fabio Rossi e Alessandro De Chellis, Business Partner A.Q.A Network

    In azienda si è chiamati a lavorare nel presente: i clienti, i problemi, il risultato economico annuale.

    Il contesto economico ed industriale che stiamo vivendo richiede, invece, di fare un salto quantico e di proiettarsi in avanti.

    L’organizzazione deve fare i conti con un mercato dinamico, in continuo cambiamento e che potrebbe vedere un riequilibrio degli spazi acquisiti nel tempo, per l’arrivo di nuovi competitor, o anche solo per un cambiamento del mercato stesso verso nuovi prodotti o orientamenti di consumo.

    Per tale ragione è fondamentale che l’azienda acquisisca una mentalità dinamica che le consenta di chiedersi ciclicamente cosa voglia diventare, qual è il valore offerto ai propri clienti di riferimento o segmenti di mercato.

    In questo contesto, i facilitatori di A.Q.A. Network Fabio Rossi ed Alessandro De Chellis, sono stati coinvolti, il 21 e 22 ottobre 2021, nella progettazione ed esecuzione di un evento di due giornate per aiutare i manager di una nota azienda veneta del settore food ,Naturis Spa ,nel distogliere lo sguardo dal quotidiano e proiettarsi, invece, in avanti per progettare il proprio futuro.

    Il percorso è stato progettato in modo sartoriale sulle esigenze specifiche dell’azienda, il suo mercato e i suoi prodotti.

    Sono state fatte alcune interviste esplorative preliminari ad alcune risorse chiave dell’azienda in grado di definire punti di forza e criticità su cui strutturare l’attività.

    Il lavoro è stato sviluppato su più livelli: logici, sensoriali ed emozionali per attivare al massimo le energie e le competenze dei partecipanti.

    Per aumentare l’incisività dell’attività progettata, sono stati anche invitati ospiti esterni dal mondo della ricerca e dell’università quali sociologi e ricercatori i quali avevano il compito di fare luce sulle tendenze del mercato e della società in generale (rispetto al settore del food).

    Una volta accesa la luce sul futuro, sono state progettate attività guidate  in parte con il metodo Lego@ Serious Play@ ed in parte con altre attività di riflessione individuale e di gruppo.

    Il percorso è stato strutturato in otto passi salienti basati su un adattamento del metodo Compass:

    1. la Mission (perché facciamo quello che facciamo);
    2. la vision (dove vogliamo andare);
    3. la promessa di brand;
    4. i valori;
    5. i comportamenti;
    6. la situazione presente;
    7. le strategie – cosa vogliamo ottenere, cosa decidiamo e ci impegniamo a fare per realizzare la vision-;
    8. l’action plan – le azioni concrete che faremo-.

    Si sono affrontati i punti dall’uno al sette in quanto preparatori ad un percorso successivo in cui i manager saranno chiamati ad affrontare gli ultimi due punti in maniera differita e specifica.

    L’obiettivo dell’evento è stato quello di sospendere per due giorni i problemi del quotidiano per acquisire una visione prospettica e gettare le fondamenta per la crescita futura dell’azienda (sia rispetto al contesto di mercato attuale sia prospettando nuove linee future).

    In particolar modo gli spunti di riflessione che sono stati fatti hanno riguardato:

    – cosa vogliamo diventare;

    – qual è la nostra promessa di brand per i prossimi anni;

    – quali sono i valori che ci tengono uniti;

    – cosa ci manca (in termini di valori e comportamenti) per diventare ciò che vogliamo diventare.

    Il programma delle due giornate di lavoro è stato molto specifico e “ritmato”, consentendo, cioè, alle persone di ricevere continui stimoli sulle riflessioni che sono state fatte.

    Nello specifico il team ha lavorato:

    A. sull’inquadramento della situazione aziendale attraverso due modelli concettuali:

    a. il ciclo di vita aziendale di Ichak Adizes;

    b. le quattro identità chiave nel mondo del lavoro: Business Maker, manager, creativo, professional;

    B. sullo sguardo al futuro;

    C. nel disegnare la visione;

    D. nella creazione di un clima disteso e positivo;

    E. alla stesura della Vision e della promessa di Brand;

    F. alla estrazione dei valori, dei disvalori e dei comportamenti aziendali.

    Il percorso è stato estremamente dinamico sia dal punto di vista “mentale” che “fisico”, utilizzando l’intera struttura della meravigliosa Villa Nogarazze di Rovigo con le sue ampie stanze e giardini. In questo modo le persone sono state sollecitate ad uscire costantemente da uno stato di comfort che poteva facilmente crearsi.

    Gli stimoli, le riflessioni che ne sono derivate, hanno consentito uno sguardo profondo sulla propria azienda,ma anche momenti di ilarità e convivialità, riflessioni cariche di significato e condivisione di contenuti che costituiscono un bagaglio tecnico, ma soprattutto umano, che l’azienda potrà mettere a servizio delle sue strategie future.

    I professionisti di A.Q.A Network, costruiscono percorsi di Team Building personalizzati  a seconda degli obiettivi ed esigenze aziendali, percorsi che lasciano il segno e facilitano l’evoluzione delle Organizzazioni. Chiamateci per approfondimenti.

     

    Comments(0)

    Leave a comment

    due × due =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato