Dialogando con i Fiori

  • 5 Settembre 2020

    Dialogando con i Fiori

    By Saving Bees in partnership con A.Q.A Network

    Come le api parlano e i fiori rispondono

    Le api e i fiori dialogano di continuo, il pensiero va immediatamente ad un dialogo univoco, ovvero tutti pensano che i fiori attirino le Api con i loro colori e il profumo del nettare, ma non è così o meglio non è solo così.

    Esiste un dialogo stretto preciso e soprattutto reciproco.

    La natura sa essere complessa, quando la complessità serve a semplificare e a rendere più efficiente la vita stessa.

    Vari studi hanno evidenziato che, i fiori possono dialogare con le api, al di là dei colori e dei profumi, i fiori sono in grado di emettere tensioni elettriche percepibili dalle Api che variano a seconda del contenuto di Polline e di nettare, in questo modo le api possono selezionare i fiori di una stessa pianta, sulla base della quantità di nettare oppure di polline, cosa che varia da fiore in fiore e anche in funzione dell’orario della giornata

    Come noi nelle aziende, dobbiamo rendere efficiente ogni movimento passaggio decisione azione, la natura, come un grande leader, ha previsto “procedure” che rendono efficiente il movimento dell’ape, ma che rende anche efficiente la strategia riproduttiva della pianta, la cui necessità è proprio quella di veicolare il proprio polline nel migliore dei modi, per poter dare la massima diffusione al proprio DNA, ovvero a se stessa

    Molto importante infatti, è sapere che a parte il nettare, il polline è importantissimo, il polline infatti sono le proteine con cui le Api costruiscono il loro corpo ed è alimento essenziale allo sviluppo della covata, insomma dei cuccioli di api, ma per la pianta rappresenta la diffusione del proprio Genoma, quindi di se stessa

    In uno studio dell’’Università di Bristol. Si è capito come attraverso stimoli elettrostatici, ovvero una vera e propria comunicazione elettrica i fiori stessi sono in grado di informare le api in volo, prima ancora che queste tocchino il fiore, circa la quantità di polline e di nettare presente nel fiore stesso. Il fiore quindi modificando la propria carica elettrica comunica in modo attivo con l’ape, questo fatto come detto rende efficiente sia per l’ape che per il fiore il proprio “lavoro”, e il beneficio è reciproco, ovvero per entrambi, in un certo senso sia il fornitore che il cliente, traggono beneficio e in modo chiaro e trasparente, proprio per il fatto che si comunicano reciprocamente, il beneficio stesso prima della prestazione

    Esattamente come l’approccio di tutti i partner A.Q.A. Network nel loro lavoro quotidiano, ed esattamente come Savingbees.org approccia il network do persone attorno a se stessa siano essi partners o professionisti con cui collabora

    Questo perché al giorno d’oggi l’approccio che vince, è quello in cui si costruisce insieme, cosa che i partners di A.Q.A. insegnano ovvero come il fiore ha la risposta ideale alla domanda dell’Ape, il Network ha la risposta ideale alla domanda del mondo imprenditoriale.

    Comments(0)

    Leave a comment

    3 × 5 =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato