Valorizzare la funzione sociale delle imprese: strumento per generare relazioni e affrontare il cambiamento

  • 24 Novembre 2022

    Valorizzare la funzione sociale delle imprese: strumento per generare relazioni e affrontare il cambiamento

    By Hudy Dreossi, Business Partner A.Q.A Network

    Le imprese sono presidi di welfare nei quali costruire relazioni e generare e distribuire valore in forma sempre allargata: potremmo così sintetizzare una delle principali tendenze che sta investendo il panorama economico occidentale e più recentemente il nostro tessuto di PMI.

    Quale reazione all’introduzione di nuove forme organizzative resasi ormai indispensabile dal panorama competitivo e da un rapporto con gli stakeholders contrattualmente flessibilizzato e gestito con strumenti digitali, si sta propagando la consapevolezza che l’impresa abbia il compito di porsi quale catalizzatore di forze positive a vantaggio dei propri componenti e del territorio di riferimento. Sono infatti sempre più numerose le imprese che ristrutturano il proprio modello di gestione cercando di conciliare in modo equilibrato i processi l’adeguamento all’emergere di nuove complessità ed un impatto positivo sull’ambiente circostante.

    Le parole chiave di questa evoluzione sono indubbiamente coinvolgimento dei portatori di interessi e riconoscimento di una responsabilità sociale d’impresa: entrambi sono elementi portanti di una nuova etica di impresa che ha il fine di attenuare le esternalità negative di un sistema economico condizionato da ritmi vorticosi e alla continua ricerca di nuovi equilibri.

    Nei nostri territori di riferimento, il passaggio da un sistema fortemente padronale alla diffusione di una governance esterna alla famiglia di riferimento, ha determinato il trasferimento alla struttura societaria oltre all’impegno conseguimento degli obiettivi aziendali la funzione costruire reti sociali interne ed esterne all’impresa e pertanto un’utilità sociale anche a ristoro dei danni ambientali derivati da emissioni e scarichi.

    Durante il difficile periodo pandemico e così in questa fase inflattiva si è palesato come il senso di appartenenza e la condivisione di obiettivi percepiti siano volano per il raggiungimento di sostenibilità e continuità aziendale. In particolare, si nota come le imprese che abbiano, attraverso sistemi premiali e politiche di conciliazione casa lavoro, siano state in grado di limitare il diffuso fenomeno delle dimissioni di massa nonché abbiano introdotto con contenuti cali di produttività innovativi sistemi integrati di gestione. 

    Al fine di rendere visibile l’impegno delle imprese aderenti a progetti di sostenibilità, il legislatore ha introdotto recentemente nell’ordinamento forme societarie in grado di disciplinare in modo specifico la funzione “allargata” dell’impresa capace di generare sviluppo. Nel concreto intermedio all’impresa avente esclusivo scopo di lucro e alla codicistica “fondazione” nel quale il patrimonio è esclusivamente destinato ad un obiettivo specifico, la legge di bilancio per l’esercizio 2016 ha introdotto la Società Benefit, forma societaria cresciuta nell’ultimo biennio in tutti settori che a livello statutario integra la ricerca del profitto ed un impatto positivo per l’ambiente, i bisogni dei componenti (parità di genere ed inclusione di ogni diversità) e supporto alla collettività. Nella stessa direzione, una direttiva europea in via di recepimento ha introdotto un reporting di sostenibilità utile a favorire un trasparente comunicazione delle attività coerenti ai principi di responsabilità sociale.

    Gli effetti positivi per l’impresa si concretizzeranno in una serie di benefici quali agevolazioni nell’accesso al credito bancario, a contributi su investimenti e facilitazioni nei rapporti con le pubbliche amministrazioni in concessioni ed appalti.

    I consulenti di A.Q.A Network possono agevolare la costruzione di strutture solide e proiettate al cambiamento capaci di favorire l’integrazione di idee e buone pratiche ed benessere organizzativo nonché incrementare la reputazione aziendale e la capacità di dialogo con soggetti sensibili agli obiettivi dell’agenda ONU2030. 

    Contattateci per un confronto senza impegno!

    Comments(0)

    Leave a comment

    cinque × 5 =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato