Maturità dei Processi di Inovazione | Dati e punteggi dell’ Innovation Audit – Parte 2

  • 20 Dicembre 2023

    Maturità dei Processi di Inovazione | Dati e punteggi dell’ Innovation Audit – Parte 2

    By Claudia Miani, Business Partner A.Q.A Network

    Come accennato lo scorso mese, per poter portare a termine il nostro #InnovationAudit dopo aver condotto le Analisi bisogna raccogliere i dati e riuscire a dare una interpretazione delle situazione organizzativa.

    Come abbiamo già illustrato, nell’Analisi Interna si conducono una serie di Interviste ai Manager aziendali, partendo dal Direttore Generale, dal Direttore Tecnico e dal Direttore/Responsabile R&D.

    All’interno di ogni intervista si valutano 8 diverse tematiche (sotto-sezioni), a partire dalle Definizioni di #Innovazione, #R&D e #UfficioTecnico.

    Nella sezioni #RisorseUmane, e #FinanzaeControllo si raccolgono i dati indicati nel Questionario (e contestualmente vengono trascritte le note più rilevanti che emergono dalle varie interviste).

    Nelle restanti sotto-sezioni dell’Analisi Interna viene invece indicato un punteggio relativo all’applicabilità dell’affermazione, all’interno dell’azienda in esame:

    • N/A ->   Non Applicabile
    • 20% ->   riscontro dell’applicabilità compreso tra 0 e 20%
    • 40% ->   riscontro dell’applicabilità compreso tra 20 e 40%
    • 60% ->   riscontro dell’applicabilità compreso tra 40 e 60%
    • 80% ->   riscontro dell’applicabilità compreso tra 60 e 80%
    • 100% ->   riscontro dell’applicabilità compreso tra 80 e 100%

     

    Per esempio si riportano alcune Domande “tipo”:

    FINANZA E CONTROLLO

    1          Spese totali effettuate per IT

    2          Spese totali effettuate per R&D (intra muros)

    3          Spese totali per innovazione non legate a R&D

     

    STRATEGIA AZIENDALE   

    1          Condivisione della Vision e della Mission

    2          Condivisione della Strategia Commerciale

    3          Condivisione degli Obiettivi Strategici su tutte le funzioni

     

    INNOVAZIONE PRODOTTO                    

    1          Mappatura Rilevanza / Rischio dei nuovi progetti (fatta dalla Direzione e da R&D)

    2          Organi istituzionali di Gestione dell’Innovazione Prodotto

    3          Gestione delle Nuove idee

     

    Anche nella sottosezione Risorse Umane, che è la più delicata e impegnativa per il calcolo, si può procedere con la raccolta dei dati e calcolare le percentuali in un secondo momento.

    Per ciascuna domanda si calcola il punteggio TOT, ponderato e normalizzato per la sottosezione di riferimento. Per ciascuna sottosezione (dimensione dell’Innovazione) viene poi calcolato un punteggio totale, indicato come GranTOT.

    Ed infine la media aritmetica del risultato totale di tutte le dimensioni esprime il valore FinalTOT del “Grado di Innovazione” dell’azienda in esame.

    Se il FinalTOT è compreso:

    • tra 0 – 25% ->        l’azienda è da considerarsi “Poco Innovativa”
    • tra 26 – 50% ->        l’azienda è da considerarsi “Mediamente Innovativa”
    • tra 51 – 75% ->        l’azienda è da considerarsi “Innovativa”
    • tra 76 – 100% ->        l’azienda è da considerarsi “Molto Innovativa”

    Il valore espresso da ciascuna dimensione (GranTOT) indica il campo in cui l’azienda dimostra una maggiore spinta verso l’innovazione e la stessa valutazione del “Grado di Innovazione” può essere dunque estesa alle singole dimensioni.

    I risultati di ciascuna sottosezione (dimensione) dell’Analisi Interna possono essere poi riportati su un “Radar Chart” i cui assi sono rappresentati dalle 8 dimensioni numeriche.

    Il Radar Chart può essere anche usato per confrontare i dati di una stessa azienda nel tempo, o per comparare i dati di aziende diverse di uno stesso settore, e valutazioni “accorpate“ per tipologie di azienda appartenenti a settori diversi.

    In modo analogo viene valutata anche la prestazione dell’Innovazione a livello nazionale. Nel grafico in basso troviamo l’evoluzione delle prestazioni dell’Italia in ambito Innovazione nel tempo rispetto alle prestazioni del 2016. Le prestazioni dell’innovazione sono aumentate fortemente nel 2021 e anche nel 2022, dopo di che sono diminuite fortemente nel 2023, attestandosi ad un + 19% rispetto al 2016.

    Nella classifica degli stati a livello internazionale l’Italia si piazza 26esima,  con un punteggio di 46,6 (+0,5 sul 2022); la Top 3 del 2023 vede al primo posto la Svizzera (con un punteggio di 67,6), seguita da Svezia (punteggio 64,2) e Usa (63,5).

    Nello specifico, le 7 categorie d’indagine riguardano il Business (investimenti in Ricerca & Sviluppo, afflussi netti di investimenti diretti esteri), il Market  (dimensione del pil, intensità della concorrenza del mercato locale), le Infrastrutture (strade, ospedali, edilizia scolastica, efficienza energetica), il Capitale umano e ricerca (investimento statale per alunno, qualità delle istituzioni scientifiche e di ricerca), le Istituzioni (stabilità politica e sicurezza, facilità di avviare un’impresa), la Creativity Output (marchi a valore aggiunto, applicazioni di design industriale, applicazioni di marchi), le Conoscenze e tecnologia (domande di brevetto, aumento della produttività del lavoro, spesa per software).

    Si riscontra complessivamente un buon posizionamento e al contempo si individuano margini di miglioramento per la nostra economia in relazione alla “capacità di attrazione di investimenti diretti esteri”. Ci dobbiamo interrogare su come incrementare la capacità di gestione manageriale e di fare sistema nelle nostre aziende. L’innovazione va stimolata, e messa a sistema sia in azienda che nelle filiere e per farlo serve organizzarla e darle corpo e pragmatismo. E per farlo serve sicuramente una maggiore managerialità nel nostro sistema economico e una valorizzazione delle competenze di tutti.(citazione n.d.r Mario Mantovani, presidente Manageritalia).

    Il Team dei consulenti AQA supporta le Aziende nella valutazione del loro “Grado di Innovazione”, nella definizione di un Modello di Business che integri in modo strutturale l’Innovazione e nella crescita e gestione di Risorse competenti e motivate.

    Contattateci per sapere qual è la maturità organizzativa della vostra Azienda rispetto ai temi dell’Innovazione, e quali sono le dimensioni dell’Innovazione su cui poter migliorare.

    Sapremo indicarvi anche i moduli di Formazione più adatti per far evolvere l’Area Tecnica della vostra Azienda e per far proliferare #InnovationCulture, #Creatività e capacità di #LavorareInSquadra.

    Comments(0)

    Leave a comment

    sei − 3 =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato