Il Cambiamento Climatico: Una sfida Globale che sta distruggendo vite ed economie

  • 26 Maggio 2023

    Il Cambiamento Climatico: Una sfida Globale che sta distruggendo vite ed economie

    By Team Casanova e Valente, Business Partner A.Q.A Network

    Siamo testimoni di un momento critico nella storia dell’umanità, in cui il cambiamento climatico sta provocando disastri naturali sempre più frequenti e distruttivi. Il recente allarme rosso in Emilia-Romagna a causa delle intense precipitazioni e del rischio di frane è solo un esempio di come il cambiamento climatico stia influenzando il nostro paese. Tuttavia, gli impatti si estendono ben oltre i confini italiani, con gravi conseguenze economiche e umane in tutto il mondo.

    Negli ultimi anni, l’Italia ha subito un’escalation di eventi meteorologici estremi che hanno messo a dura prova il tessuto sociale ed economico del paese. Le alluvioni, le ondate di calore, i temporali e i periodi di siccità hanno lasciato il segno, con danni ingenti alle infrastrutture, all’agricoltura e alle attività produttive. Secondo uno studio del World Resources Institute, dal 1998 al 2017, gli eventi meteorologici estremi hanno causato perdite economiche in Italia per un totale di oltre 80 miliardi di dollari.

    L’Italia non è l’unico paese a soffrire gli effetti devastanti del cambiamento climatico. In tutto il mondo, i disastri naturali causati dal clima stanno diventando sempre più frequenti e intensi. Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite, negli ultimi 20 anni, le catastrofi legate al clima hanno causato oltre 1,2 milioni di morti e hanno colpito 4,2 miliardi di persone. Le perdite economiche sono state stimate in circa 3 trilioni di dollari, mettendo a rischio la stabilità economica globale.

    I disastri naturali correlati al cambiamento climatico hanno un impatto significativo sull’economia mondiale. Secondo il Global Climate Risk Index 2021, il cambiamento climatico ha causato danni economici per oltre 3 trilioni di dollari tra il 2000 e il 2019. L’agricoltura, l’industria manifatturiera, il turismo e l’energia sono tra i settori più colpiti. Ad esempio, la siccità prolungata in alcune regioni agricole può causare una diminuzione della produzione di cibo e un aumento dei prezzi dei prodotti alimentari.

    Alla luce di quanto sopra è fondamentale avviare politiche di prevenzione con una ottica di sistema-

    Questo vale anche per le organizzazioni e aziende, in cui la gestione e prevenzione del rischio devono essere centrali nel cambio di paradigma culturale.

    Il team di A.Q.A. Network supporta le aziende in questo percorso.

    Contattateci senza impegno.

    Comments(0)

    Leave a comment

    due × cinque =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato