La diversity? Un favola… anzi no, una storia a lieto fine. Parola di Disney Pixar!

  • 18 Febbraio 2019

    La diversity? Un favola… anzi no, una storia a lieto fine. Parola di Disney Pixar!

    By Alessia Tuselli, partner A.Q.A. Network

    Immaginate un mondo in bianco e nero, in cui ci si è abituati a vivere, più o meno da sempre. A un certo punto, in questo spazio a gradazioni di grigio, immaginate che entri un particolare animato di un colore deciso, rosa, e stia li, davanti a voi, insieme a voi. E’ qualcosa che sorprende, destabilizza, fa quasi un po’ paura. Uno schock. Ignorarlo? Scacciarlo? Farlo diventare grigio come tutto il resto?

    No, non stiamo discutendo di arte, stimano parlando di diversity in azienda attraverso una storia, quella di “Purl”, gomitolo rosa shokking protagonista del nuovo corto animato della Disney Pixar (qui il video). La nota società produttrice di cartoon, attraverso il progetto SparkShorts,  entra nella realtà aziendale per raccontare le difficoltà che incontrano le diversità ad esistere ed essere incluse nell’ambiente di lavoro.

    Purl (il punto di “rovescio” nell’uncinetto) è un simpatico e allegro gomitolo rosa al suo primo giorno di lavoro in un’azienda: l’ambiente non è molto accogliente, Purl è “diversa”, da tanti punti di vista, tra scherno e non considerazione la sua avventura lavorativa sembra finita ancora prima di cominciare. Cosa fare? Andare via? Diventare come tutti gli altri per essere inclusa? Rimanere se stessa rischiando di non riuscire a partecipare alla vita aziendale?

    Forse è necessario qualcuno che le faccia vedere le cose da un’altra prospettiva…

    Più di cinque milioni di visualizzazioni in pochi giorni, otto minuti per parlare di diversità, lavoro, diritti, paure, discriminazioni e inclusione. Un’occasione, decisamente animata, per riflettere sugli spazi che viviamo, su come li viviamo e con chi, soprattutto in azienda.

    L’aspetto interessante del corto è l’accuratezza leggera con cui si comunica il messaggio che le diversità abbracciate nel “diversity management” sono molteplici: genere, età, orientamento sessuale, credo religioso, l’etnia, disabilità. Purl è un gomitolo in un’azienda di soli uomini, solo nella seconda parte del corto si capisce che è un personaggio “femminile”, perché i colleghi la identificano come una lei, ma in realtà potrebbe rappresentare ognuna delle differenze che in azienda spesso faticano a trovare riconoscimento, considerazione, inclusione. Non solo quindi una questione di genere, ma di diversity nel respiro più ampio del termine, per raccontare a grandi e piccoli che la realtà e a colori, non in bianco e nero, e le sfumature vanno valorizzate.

    Convivere, lavorare, collaborare fra persone diverse è una strategia vincete, per tutti.

    Noi di A.Q.A network lo vediamo ogni giorno, lì dove il business incontra una programmazione puntuale e consapevole di una strategia aziendale fondata sul diversity management.

     

     

    Comments(0)

    Leave a comment

    sette + dieci =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato