ISO 45001 – Standard Internazionale sulla gestione della salute e sicurezza sul lavoro

  • 16 Aprile 2018

    ISO 45001 – Standard Internazionale sulla gestione della salute e sicurezza sul lavoro

    By Giampietro Zanon, partner A.Q.A.

    Dopo un lungo periodo di gestazione, finalmente il mese scorso è stata pubblicata la norma ISO 45001 “Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro – Requisiti e guida per l’uso”.

    Con questa norma l’ISO, l’International Organization for Standardization, vuole mettere le aziende nelle condizioni di predisporre luoghi di lavoro sicuri e salubri, prevenendo lesioni e malattie correlate al lavoro, nonché migliorando proattivamente le prestazioni relative alla salute e la sicurezza sul lavoro.

    Si tratta certamente di un obiettivo ambizioso, ma più che l’ISO sono i numeri a imporre un cambio di passo: in Italia nel 2017 i morti sul lavoro sono stati 1.029, gli infortuni 635.433,come dire un morto ogni 8 ore, un infortunato ogni 50 secondi.

    La ISO 45001, nelle intenzioni di chi l’ha redatta, è una norma applicabile a qualsiasi organizzazione, indipendentemente da dimensioni, tipo e attività, che desideri istituire, attuare e mantenere un sistema di gestione per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro, eliminare i pericoli e minimizzare i rischi per la SSL (incluse carenze del sistema), cogliere le opportunità per la SSL e prendere in carico le non conformità del sistema di gestione per la SSL associate alle proprie attività.

    Gli obiettivi di una azienda che adotta la ISO 45001 dovrebbero essere:

    1. a) il miglioramento continuo delle prestazioni relative alla SSL;
    2. b) il soddisfacimento dei requisiti legali e di altri requisiti;
    3. c) il raggiungimento degli obiettivi per la SSL.

    La versione italiana della norma, la UNI EN ISO 45001, include fra l’altro un’appendice che specifica le chiavi di lettura dei requisiti della norma in applicazione della nostra legislazione vigente.

    Va detto che la ISO 45001 non nasce dal nulla, ma è il frutto di un percorso di normazione iniziato più di venti anni fa: nel 1996 il British Standard Institute, ente di normazione inglese, pubblicava la norma BS 8800, seguita nel 1999 dalla specifica tecnica OHSAS 18001 (Occupational Health and Safety Assessment Specification). Nel 2007, infine, la OHSAS 18001 viene “promossa” a norma tecnica e, di fatto, adottata a livello internazionale.

    Ora, sebbene la BS OHSAS 18001 sia applicata in molti Paesi del mondo, il fatto di essere una norma inglese, e non una norma internazionale, rappresenta ancora un limite. Di qui la scelta dell’ISO di elaborare uno standard internazionale dedicato alla salute e sicurezza sul lavoro.

    Le caratteristiche principali della ISO 45001 sono:

    • adozione della HLS, High Level Structure, un testo strutturato già adottato per la ISO 9001 (sistemi di gestione per la qualità) e per la ISO14001 (sistemi di gestione ambientale), cosa che faciliterà senza dubbio l’adozione di sistemi di gestione integrati;
    • adozione di un approccio basato sul rischio;
    • l’analisi del contesto;
    • il ruolo della Direzione (leadership);
    • i processi di consultazione e partecipazione dei lavoratori;
    • il focus sugli acquisti e gli appalti.

    Al di là dei numerosi e innegabili aspetti positivi, la ISO 45001 non è una norma di facile adozione, e una organizzazione che si voglia preparare alla certificazione del proprio sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro deve mettere in atto numerose attività.

    I partner di A.Q.A. Network sono in grado di affiancare efficacemente sia le aziende che intendono “convertire” il proprio sistema di gestione dalla “vecchia” BS OHSAS 18001 alla nuova ISO 45001, sia le aziende che si avvicinano per la prima volta all’universo della certificazione.

     

    Comments(0)

    Leave a comment

    sedici + quattordici =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato