Come progettare e implementare un sistema di gestione anti-bullismo

  • 19 febbraio 2020

    Come progettare e implementare un sistema di gestione anti-bullismo

    By Giampietro Zanon, Business Partner A.Q.A. Network

    Cos’è la Prassi UNI/PdR 42?

    La Prassi UNI/PdR 42:2018 “Prevenzione e contrasto del bullismo – Linee guida per il sistema di gestione per la scuola e le organizzazioni rivolte ad utenti minorenni” è un documento emesso dall’UNI, l’Ente nazionale italiano di unificazione, che definisce le caratteristiche per un sistema di gestione atto a individuare i potenziali rischi di atti di bullismo, mettere in campo politiche concrete e misurabili, e rafforzare la fiducia nelle scuole e nelle organizzazioni che ospitano minori.
    L’adozione di questa prassi è certificabile, e ciò costituisce una prova tangibile dell’impegno della scuola verso la prevenzione e il contrasto dei comportamenti riconducibili al bullismo.

    La Prassi UNI/PdR 42 è stata pubblicata ad agosto 2018 e redatta in collaborazione tra UNI, Accredia e le principali associazioni italiane che fanno riferimento al sistema scolastico. Essa è rivolta in prima battuta alle scuole, ma può essere adottata da qualsiasi organizzazione orientata a utenti minorenni, quali ad es. centri di formazione professionale, centri diurni e convitti, centri giovanili, centri sportivi e ricreativi.

    La prassi è stata pubblicata per fornire uno strumento che assicuri le parti interessate, prime fra tutte le famiglie, che la scuola o l’organizzazione ha avviato azioni concrete per minimizzare i rischi di bullismo e cyberbullismo ai quali i minori sono esposti.

    I requisiti di un Sistema di Gestione Antibullismo
    La Prassi UNI/PdR 42 prevede, in sintesi:
    • la definizione, adozione e divulgazione di una specifica politica antibullismo
    • la predisposizione di un adeguato piano di vigilanza, e di un documento di valutazione dei rischi di bullismo
    • la definizione e pratica attuazione di un piano antibullismo
    • la definizione di un apposito sistema sanzionatorio antibullismo, e di un sistema di raccolta e gestione delle segnalazioni
    • la nomina di una Commissione Antibullismo, incaricata di vigilare sul rispetto degli impegni assunti
    • l’adozione e il periodico aggiornamento di un piano di formazione antibullismo

    La certificazione di Sistema di Gestione Antibullismo
    La Prassi prevede che la conformità del Sistema di Gestione Antibullismo adottato venga verificata attraverso la conduzione di audit interni periodici.
    La scuola, inoltre, può chiedere a un Ente di certificazione indipendente di certificare la conformità del proprio Sistema di Gestione Antibullismo alla Prassi. In questo caso, si dovrà prevedere un audit iniziale in due “stage”, al quale seguirà, in caso di esito positivo dello stage 2, l’emissione del certificato e la conduzione di audit di sorveglianza a cadenza annuale. La durata della certificazione è triennale.

    All’interno di A.Q.A Network è presente un team di professionisti in grado di supportare le scuole e le altre organizzazioni interessate all’adozione della Prassi UNI/PdR 42, proponendo applicazioni della prassi ritagliate “su misura” sulle specificità delle scuole/organizzazioni coinvolte.

    Comments(0)

    Leave a comment

    14 + 1 =

    Required fields are marked *

Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato